Lettera ad un amico

img_20161207_135004

Amico mio, scrivo questa lettera confidando che la vita con le sue misteriose dinamiche e intrecci, possa fartela giungere e riportarti ai tempi in cui eravamo inseparabili e forti di questa unione.

Ricordi quando ci siamo conosciuti? Ci trovavamo in Galizia lungo il cammino per Santiago di Compostela a due giorni dal grande arrivo. Inizialmente ero un po’ diffidente, come sono solito essere con le nuove conoscenze, ma mi sarei ricreduto molto presto e con te sarei voluto arrivare alla fine di questo viaggio e oltre.

Arrivammo a Santiago che ancora era notte, perché volevamo essere i primi a ritirare la compostela, e fieri dell’impresa compiuta, siamo entrati nella cattedrale ad assistere alla cerimonia con il Botafumeiro, il più grande incesiere al mondo fatto oscillare al suo interno.

Il nostro cammino proseguì verso Muxia, dove il santuario di Nosa Senora da Barca si affaccia sul grande oceano e le sue indomite acque. A Finisterre abbiamo toccato il km 0 e conosciuto quella strana tribù di simpatici hippy con i quali abbiamo passato due piacevoli giornate, e alla sera salutare il sole laddove la Terra finisce. Fu in quel momento che ci venne la matta idea di proseguire il nostro cammino verso Lisbona lungo tutta la costa. Un’altro mese di cammino, di incontri, spiagge sconfinate e tramonti sull’oceano. Ricordi quanto eravamo imbarazzati la prima volta che abbiamo chiesto un letto ai pompieri? Bombeiros in portoghese e da noi ribattezzati i bombaroli.

Arrivati a Lisbona decidemmo di cambiare direzione e risalire verso la Scozia, per fermarci qualche mese e imparare l’inglese. Stanchi di camminare abbiamo alzato il pollice in attesa di passaggi per questa nuova avventura. Fu in una di queste attese che ci separammo, una piccola distrazione e in un attimo le nostre strade si divisero. Non penso ci sia bisogno di scriverlo, ma ho fatto di tutto per poterti ritrovare, camminando nel cuore della notte per tornare la dove ci eravamo separati, ma tu non c’eri e da allora non ti ho più visto.

Continuo a sperare che un giorno ci ritroveremo di nuovo, ma se così non sarà, ti ricorderò come l’amico che c’era sempre ogni volta che avevo bisogno di un sostegno.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...